ROMA – VICENZA

4 mesi / 17 docenti
Corso di formazione in “Economia, diritto e innovazione tecnologica nell’agricoltura 4.0”

dal 13 Marzo a 30 Maggio

L’innovazione in agricoltura: la tecnologia al servizio della qualità – 2

15/12/2019 by Ercole Amato0
luke-chesser-JKUTrJ4vK00-unsplash-1200x800.jpg

L’innovazione 4.0 non sta solo nell’introdurre un macchinario all’avanguardia dal punto di vista tecnologico, ma nel sapere combinare diverse tecnologie e in tal modo integrare le varie filiere produttive allo scopo di renderle un sistema integrato, connesso, in cui macchine, persone e sistemi informativi collaborano fra loro per realizzare prodotti più intelligenti, servizi più intelligenti e ambienti di lavoro più intelligenti. 

Queste nuove tecnologie produttive, definite tecnologie abilitanti, possono essere di vari tipi:

1) Advanced manufacturing solution: sistemi avanzati di produzione. In queste tecnologie rientrano i sistemi di movimentazione dei materiali automatici e la robotica avanzata con i robot collaborativi.

2) Additive manufacturing: sistemi di produzione additiva (sta

mpa 3D).

3) Augmented reality: sistemi di visione con realtà aumentata per supportare gli operatori nello svolgimento delle attività quotidiane.

4) Simulation: simulazione tra macchine interconnesse per ottimizzare i processi.

5) Horizontal e vertical integration: integrazione e scambio di informazioni, in orizzontale e in verticale, tra tutti gli attori del processo produttivo.

6) Industrial internet: comunicazione tra elementi della produzione all’interno dell’azienda, ma anche all’esterno grazie all’utilizzo di Internet.

7) Cloud: implementazione di tutte le tecnologie cloud come lo “storage online” delle informazioni, l’uso del “cloud computing” e di servizi esterni di analisi dati, ecc.

8) Cyber-security: presidio della sicurezza delle informazioni e dei sistemi che non devono essere alterati dall’esterno a causa delle nuove interconnessioni.

9) Big Data Analytics: tecniche di gestione di elevate quantità di dati attraverso sistemi aperti che permettono previsioni o predizioni.

La tecnologia consente con investimenti anche contenuti di poter cambiare radicalmente le performance. Ovviamente prima va modificata organizzazione e mentalità nella direzione di una maggiore acquisizione di competenze che possano assicurare la capacità di quantificare i benefici derivanti da investimenti in tecnologie e modelli 4.0.

La creazione e il controllo periodico del rispetto degli standard è un metodo per la riduzione degli sprechi, per cambiare dinamicamente l’azienda, per servire al meglio i clienti. Un ruolo fondamentale poi è il legame con l’esterno, cioè il networking con i centri di ricerca del territorio, le università, i consulenti, altre imprese innovative.

Comprendere le condizioni in cui si produce, monitorare in tempo reale la produzione, acquisire le informazioni in diretta consente sia di aumentare la flessibilità produttiva, che di intervenire dove l’errore si manifesta e correggere. La digitalizzazione è come un termometro, rileva le informazioni, fornisce il dato e consente di indirizzare gli eventi sulla produzione in tempo reale e in maniera più efficace ed oggettiva.

Summary
L’innovazione in agricoltura: la tecnologia al servizio della qualità – 2
Article Name
L’innovazione in agricoltura: la tecnologia al servizio della qualità – 2
Description
L’innovazione 4.0 non sta solo nell'introdurre un macchinario all'avanguardia dal punto di vista tecnologico, ma nel sapere combinare diverse tecnologie e in tal modo integrare le varie filiere produttive allo scopo di renderle un sistema integrato, connesso, in cui macchine, persone e sistemi informativi collaborano fra loro per realizzare prodotti più intelligenti, servizi più intelligenti e ambienti di lavoro più intelligenti. 
Author
Publisher Name
Bioagropro
Publisher Logo

Ercole Amato


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *