ROMA – FONDI – FOGGIA

4 mesi / 17 docenti
Corso di formazione in
“Economia, diritto e innovazione tecnologica nell’agricoltura 4.0”

dal 21 Febbraio al 30 Maggio
Bioagropro

Gruppo di Ricerca

CESAB – CREG – IBI

Accordo di collaborazione scientifica

Il CESAB, in attuazione dell’Accordo di collaborazione scientifica sottoscritto in data 8 agosto 2018 con il CREG – Centro di Ricerche Economiche e Giuridiche dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” Dipartimento di Economia e Finanza, e l’International Bio-research Institute – IBI, con sede in Ugwogo Nike, Stato di Enugu, Nigeria, ha costituito il 9/5/2019 un Gruppo di ricerca denominato “Bioagropro”.

Il CESAB, in attuazione dell’Accordo di collaborazione scientifica sottoscritto in data 8 agosto 2018 con il CREG – Centro di Ricerche Economiche e Giuridiche dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” Dipartimento di Economia e Finanza, e l’International Bio-research Institute – IBI, con sede in Ugwogo Nike, Stato di Enugu, Nigeria, ha costituito il 9/5/2019 un Gruppo di ricerca denominato “Bioagropro” che si propone di aggregare le Parti Sociali, pubbliche e private, in un’associazione sinergica a carattere nazionale che si occupa di sviluppo di Best Practices nelle aziende agroalimentari, di “progettazione agricola integrata” sulla base di politiche concomitanti di sperimentazione e verifica, di integrazione tra operatori e conoscenze, di supporto a piani specifici, di accessibilità alle risorse, secondi criteri di sostenibilità ambientale, economica e sociale.

In particolare, obiettivi del Gruppo di ricerca sono i seguenti:

Operare attraverso l’innovazione in agricoltura per contribuire alla diminuzione degli effetti negativi dell’attività antropica sugli ecosistemi naturali, sulla meteorologia e sull’alterazione dei fenomeni meteo-climatici;

Assumere le indicazioni di Agricoltura 4.0  e delle sue successive evoluzioni come riferimento per l’individuazione delle principali azioni e prassi operative concernenti l’efficienza in agricoltura e l’introduzione delle nuove tecnologie che consentano alle aziende agroalimentari e zootecniche di migliorare e innovare la qualità e la sicurezza;

Orientare lo sviluppo dell’innovazione nelle pratiche agronomiche verso soluzioni che consentano un effettivo miglioramento della produttività aziendale, certificandone la sostenibilità non solo economica ma anche ambientale e sociale; 

Tutelare la salute dei cittadini attraverso azioni concrete di produzione agroalimentare  priva, in tutto o in parte, di componenti tossiche per la salute umana e animale e/o dannose per l’ecosistema;

Appoggiare l’azione istituzionale pubblica attraverso la realizzazione di progetti finalizzati alla riduzione dell’impiego di prodotti chimici, fitofarmaci e antibiotici, in agricoltura e in zootecnia e allo sviluppo di soluzioni  caratterizzate dal migliore impatto sull’ambiente e sui consumatori;

Promuovere, realizzare e gestire attività di R&S (Ricerca & Sviluppo) nel comparto agricolo al fine di migliorare processi, prodotti e impatto ambientale delle filiere agroalimentari;

Consentire l’integrazione tra progetti industriali agroalimentari di elevate dimensioni e progetti agroalimentari in piccola scala, creando sinergia tra gli uni e gli altri e favorendo in tal modo una distribuzione non speculativa e condivisa dei benefici economici di tali attività;

Fungere da catalizzatore dell’innovazione locale curando relazioni istituzionali e comunicative, e svolgendo funzioni d’indirizzo e di “governo” sul territorio;

Operare concretamente per la divulgazione dei risultati e delle prerogative dei processi e dei prodotti, in modo da contribuire alla creazione di una coscienza ambientale collettiva consapevole e informata.

L’attività del Gruppo di ricerca “Bioagropro” si sviluppa attualmente in due direzioni:

Formazione: E’ stato attivato nell’Anno Accademico 2018/19 in collaborazione con l’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”, Dipartimento di Economia e Finanza (Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”) il Corso di formazione in “Economia, diritto e innovazione tecnologica nell’agricoltura 4.0”. Il corso ha una durata di quattro mesi e ha come obiettivo quello di focalizzare l’attenzione sullo sviluppo di Best Practices nelle aziende agroalimentari. L’obiettivo è quello di creare figure professionali in grado di realizzare un circuito virtuoso a supporto delle iniziative agricole, agroalimentari, industriali nei settori della salute, dell’ambiente e della qualità. A tal fine, al termine della parte didattica di aula, gli studenti sono coinvolti in progetti sperimentali di alto profilo scientifico con l’obiettivo di assicurare una adeguata ricaduta esperienziale della formazione acquisita, con una particolare focalizzazione sulle tematiche della valorizzazione delle produzioni e della gestione sostenibile delle risorse agricole, della qualità dei prodotti e del trasferimento e della diffusione dei risultati della ricerca. L’attività formativa comprende l’attività didattica in aula, per un totale 80 ore e un periodo di stage finale sul campo (24 ore complessive), per un totale di 15 CFU complessivi.

Ricerca tecnico/sperimentale: Case studies che evidenzino come le nuove tecnologie oggi consentano alle aziende agroalimentari  di migliorare e innovare la qualità e la sicurezza in diversi modi. Le attività sperimentali saranno svolte presso strutture agricole selezionate e appositamente organizzate per lo studio della sostenibilità economica di una gestione 4.0. L’obiettivo è quello di certificare nuovi processi da inserire nell’approccio di agricoltura 4.0 (automazione, sensoristica, ottimizzazione pratiche agronomiche, controlli a distanza, informatizzazione) e nuove soluzioni agronomiche eco-compatibili per la riduzione dell’impiego della chimica nelle produzioni agricole e zootecniche. Saranno anche certificati nuovi percorsi di controllo qualità da inserire nella metodologia della produzione agricola integrata.  

Al Gruppo hanno aderito soggetti pubblici e privati tra cui associazioni di produttori agricoli, aziende private ed enti pubblici, come l’Ente Parco Naturale Regionale Monti Ausoni e Lago di Fondi.


Bioagropro

Certificazione

La certificazione Bioagropro segue l’approccio dell’agricoltura di precisione perseguendo i seguenti obiettivi: qualità alimentare e sostenibilità ambientale, monitoraggio da remoto delle coltivazioni in campo, dei trattamenti irrigui, dei fertilizzanti o dei diserbanti, applicazione di tecnologie innovative come la blockchain per garantire la filiera produttiva e la tracciabilità, gestione automatizzata del registro dei trattamenti e degli altri documenti necessari per l’agricoltura sostenibile.

Il risultato è un sistema agricolo di produzione a basso impatto ambientale in quanto garantisce il controllo della produzione allo scopo di ridurre al minimo il ricorso a mezzi tecnici e prodotti chimici che hanno un impatto sull’ambiente o sulla salute dei consumatori, cercando di soddisfare le esigenze di un’agricoltura di mercato.

La certificazione viene realizzata seguendo le linee guida indicate dai disciplinari redatti dal Gruppo di Ricerca Bioagropro e misurando i progressi conseguiti con sistemi automatizzati di diagnosi remota delle aziende agricole; prevede in particolare la certificazione di un processo di produzione che coniuga buone pratiche agronomiche con un sostenibile uso di fertilizzanti e prodotti fitosanitari in modo da garantire l’economicità delle pratiche agricole e allo stesso tempo un basso impatto ambientale.

Il processo di certificazione Bioagropro prevede:

  1. Definizione di uno standard produttivo mediante uno specifico disciplinare redatto dal Gruppo di Ricerca;
  2. Verifiche di conformità allo standard sulla base dei dati che affluiscono dal sistema di misurazione in remoto attivo sul campo da parte dei soggetti certificatori (CESAB/CREG Università di Tor Vergata);
  3. Certificazione della conformità del processo e uso del marchio distintivo per contraddistinguere la qualità gestionale dell’impresa.

Il processo di certificazione è molto semplice, automatizzato, e abbatte i costi di certificazione.

Tutto il processo viene effettuato direttamente online attraverso le seguenti fasi:

  • adesioni al sistema da parte di tutti i soggetti della filiera (produttori agricoli, confezionatori, trasformatori, distributori);
  • acquisizione dei dati dal campo in modo automatizzato;
  • valutazione dei dati attraverso una piattaforma informatica dedicata accessibile  tramite qualsiasi terminale (smartphone, tablet, pc) dall’impresa agricola, dai certificatori e dai consumatori finali;
  • rilascio della certificazione finalizzata all’uso del marchio agro-climatico-aziendale;
  • estrazione di report ai fini statistici.

La piattaforma tecnologica si compone di una rete di sensori e di un portale di interfaccia.

Event

Partners

Con una collaborazione amministrativa di diversi canali formativi siamo il punto d’incontro tra le sinergie con la stessa convinzione: il bene della casa comune nella proposizione dello sviluppo integrale eco-sostenibile.

Aspect image
Aspect image
Aspect image
Summary
product image
Author Rating
1star1star1star1star1star
Aggregate Rating
5 based on 1 votes
Brand Name
Bioagrorpro
Product Name
La Certificazione "Bioagropro"