ROMA – VICENZA

4 mesi / 17 docenti
Corso di formazione in “Economia, diritto e innovazione tecnologica nell’agricoltura 4.0”

dal 13 Marzo a 30 Maggio

Agricoltura, in Italia quasi tutte imprese individuali

jake-melara-8YuGb6rZ2no-unsplash-1200x520.jpg

Imprese individuali, poi società di persone e solo una piccola minoranza è una società di capitali e cooperative. E’ questa la fotografia dell’ultimo report pubblicato dall’Istat per il Censimento Generale dell’Agricoltura del prossimo anno. Nel dettaglio, l’84,7% delle imprese agricole è una impresa individuale, l’11,5% adotta la forma giuridica di Società di persone, mentre il 2,4% sceglie di operare come Società di capitali. L’1,5% è costituito da Società cooperative e forme residuali. L’impresa individuale si conferma essere la forma organizzativa prevalente in tutte le aree geografiche, nel Nord-ovest e nel Nord-est sono rispettivamente il 78,1% e l’81,1%, nel Centro il 78,7%, mentre quote maggiori si riscontrano nel Sud con il 92,5% delle imprese organizzate come impresa individuale e nelle Isole con l’88,1%. Le società di capitali sono maggiormente diffuse nel Centro, con quasi 3 mila imprese (4,6%).

Prevalgono nel Sud e nelle Isole le società cooperative: circa 2 mila imprese al Sud (1,6% del totale delle imprese della ripartizione) e 1.598 nelle Isole (2,7%). Nel Nord-ovest, nel Nord-est e nel Centro si registrano rispettivamente i valori dell’1%, 0,9% e 1,5%. Quasi l’1% delle imprese agricole (4.120) appartengono a gruppi d’impresa, per un peso totale sul settore in termini di dipendenti del 9,5%. Il 27,3% delle imprese agricole appartenenti a gruppi, sono collocate al vertice della catena di controllo e il 95,3% delle stesse si concentrano nei primi tre livelli della struttura organizzativa del gruppo. Circa il 46% delle imprese agricole fa parte di gruppi con attività prevalenti nell’agricoltura, il 6,7% nelle industrie alimentari delle bevande e del tabacco, il 6,6% nel commercio all’ingrosso, il 6,3% attività immobiliari e il resto è distribuito tra gruppi svolgenti diverse attività. L’83,3% delle imprese agricole appartengono a gruppi domestici, il 12,5% a gruppi multinazionali a controllo italiano e il 4,2% a gruppi multinazionali a controllo estero. Considerando la dimensione dei gruppi (in termini di addetti, assets e turnover), il 71,4% delle imprese agricole sono controllate da gruppi di piccole dimensioni, il 16,7% da gruppi di media dimensione e quasi il 11,9% da gruppi di grande dimensione.

Giampiero Valenza


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *